Pubblicità su Whatsapp in arrivo nel 2019: come su Instagram

Pubblicità su Whatsapp: finisce l’era della messaggistica senza annunci

Dal 2019 arriva la pubblicità su Whatsapp. Lo ha annunciato in questi giorni Chris Daniels, Vice Presidente di Whatsapp.

Whatsapp era stata acquistata da Facebook nel 2014. Nei primi tempi si pagava 1 euro all’anno per utilizzare il servizio, ma con il cambio dei vertici si decise di renderlo completamente gratuito. Attualmente gli utenti che accedono alla app sono oltre 1,5 miliardi.

Sarà davvero una nuova opportunità?

I dirigenti parlano di nuova opportunità per le aziende. Altri invece parlano di crisi. Una crisi segnata prima di tutto dallo scandalo Cambridge Analytica e dai costi ingenti che la società ha dovuto sostenere per adeguare le sue piattaforme agli standard di sicurezza.

Un grande numero di utenti non significa solo grandi entrate ma anche grandi costi per mantenere efficiente il sistema. Un sistema che potrebbe non reggere a lungo e che anzi ha già mostrato segni di cedimento. E’ elevato il numero di giovani che si cancellano da Facebook e preferiscono altre piattaforme, come Snapchat, Instagram o Musically. Instagram, in ogni caso, fa parte del gruppo di Mark Zuckerberg assieme a Whatsapp e Facebook.

Inoltre, nel corso degli ultimi mesi Mark Zuckerberg è stato abbandonato da Jan Koum e Brian Actom, fondatori di Whatsapp, e anche da Kevin Systrom e Mike Krieger, fondatori di Instagram. Tutti e quattro non condividevano la politica del CEO di Facebook. Cosa avranno fiutato che non andava?

Dove verranno inserite le pubblicità su Whatsapp

Torniamo al discorso centrale di questo articolo: la pubblicità su Whatsapp. Per ora si prevede di inserire le pubblicità nella sezione “Stato”, che si trova in alto tra “Chat” e “Chiamate”. Si tratta di una sezione il cui funzionamento è praticamente uguale a quello di Instagram Stories: gli utenti possono inserire video o foto che rimangono visibili ai loro contatti per 24 ore per poi sparire.

Tra un video e l’altro compariranno degli annunci pubblicitari, esattamente come avviene ora su Instagram. Questa tipologia di pubblicità viene definita “Instant Messaging”. Le chat non vengono quindi intaccate, per ora.